18/02/2018 €chos doc  
La trappola di Tucidide e il rischio apocalittico

Ad aprile, la torta al cioccolato era stata appena servita al summit di Mar-a-Lago quando il presidente Donald Trump si è avvicinato al presidente cinese Xi Jinping dicendogli che i missili americani erano stati lanciati nelle basi aeree siriane, secondo il racconto di Trump della sera. Ciò che l'attacco contro la Siria ha segnalato la prontezza di Trump ad attaccare la Corea del Nord è stato lasciato all'immaginazione di Xi.


Benvenuti a cena con i leader che ora stanno tentando di gestire la relazione geopolitica più pericolosa del mondo.


"L'America e la Cina sono destinate alla guerra", il libro "Destined for War: Can America and China Escape Thucydides Trap" < scritto da Graham Allison i> inizia con questa conclusione confusa e audace.


Come notò Napoleone Bonaparte nel 1803 quando osservò la mappa del mondo, soffermandosi sulla Cina, paese lontano e poco conosciuto: "Qui giace un gigante addormentato. Lasciatelo dormire, perchè quando si sveglierà scuoterà il mondo! "


Questo è quanto stiamo assistendo, al risveglio del gigante addormentato, l'emergere della Cina che sta portando ad un enorme cambiamento nell'ordine mondiale guidato dagli Stati Uniti. Molti pensano che, probabilmente una guerra tra Stati Uniti e Cina non si scatenerà mai. Ma per l'autore del libro ed esperto di politica di sicurezza nazionale ed ex direttore del Belfer Center for Science and International Affairs dell'Università di Harvard " la possibilità di una guerra apparentemente assurda negli Stati Uniti è più alta di quanto molti di noi pensano"


La sua argomentazione tira in ballo "la trappola di Tucidide"<, identificata b> per la prima volta dall'antico storico greco Tucidide. La Thucydides Trap si riferisce al rischio di scoppio della guerra quando una potenza in ascesa minaccia di spodestare una potenza dominante. Il termine è stato originato dall'analisi di Tucidide secondo cui "Fu l'ascesa di Atene e la paura che ciò inculcò a Sparta", che rese inevitabile la guerra del Peloponneso.


Significa che se un potere emergente è abbastanza forte da minacciare un potere dominante, il risultato più probabile è uno scontro armato tra i due.


Guardando indietro nella storia del genere umano, una guerra di solito scoppiava in situazioni simili. Sono stati trovati 16 casi, in cui un potere crescente ha preso il posto di un potere dominante. Tra questi, 12 casi, come la prima guerra mondiale, la seconda, la guerra sino-giapponese e le guerre napoleoniche finirono con un conflitto armato. Una guerra commerciale tra America e Giappone nella metà del 20 ° secolo ha portato all'attacco a Pearl Harbor.


Ci sono stati quattro casi, in cui si è evitato la guerra. Nel XV secolo, con il il Trattato di Alcaçovas, in cui vennero divise formalmente le zone contese tra Portogallo e Spagna, grazie all'intervento del Papa e all'inizio del XX secolo, quando la Gran Bretagna evitò la guerra con l'America usando le sue capacità diplomatiche per soddisfare le eccessive richieste americane e allo stesso tempo proteggere il suo interesse nazionale.


Diventerà la contesa tra America e Cina il tredicesimo caso che finisce con una guerra? Oppure diventerà il quinto caso in cui si evita una guerra?


Il grande "concerto dei poteri" che ha dominato l'economia globale durante il diciannovesimo secolo era concentrato in Europa. Il concerto dei poteri che
dominerà il ventunesimo sarà tutto, con una sola eccezione, in Eurasia. La Cina, l'India e la Russia saranno sul palcoscenico mondiale, come naturalmente anche gli Stati Uniti.


Per noi europei, la sfida è profonda. L'Europa rischia di diventare quello che era prima del XV secolo: solo un angolo del continente euroasiatico. Questo è il destino che attende l'Europa se non riscopre la sua energia, la sua verve e la sua apertura al nuovo ordine globale.


Come sono messe attualmente l'America e la Cina?


La Cina è diventata un gigante, sorpassa l'America in termini di produzione e dimensioni del mercato raddoppiando le dimensioni della sua economia ogni sette anni.


La settimana scorsa, il primo ministro britannico ha visitato la Cina, un paese destinato ad avere la più grande economia sulla Terra entro il 2030. La sua rapida crescita dovrebbe continuare per un'altra generazione.


Nel 2016, gli investimenti diretti esteri dalla Cina hanno raggiunto i 180 miliardi di dollari - una cifra sorprendente rispetto al 2002, quando ammontava a meno di 5 miliardi di dollari. Anche la sofisticazione dell'economia cinese sta aumentando. Il mese scorso, la Cina ha annunciato l'intenzione di investire 2 miliardi di dollari in un nuovo parco di ricerca sull'intelligenza artificiale a Pechino, parte della sua ambizione di diventare un leader mondiale nell'intelligenza artificiale entro il 2025.


Per riconquistare la gloria del passato, la "nuova" Cina sta anche guidando quello che potrebbe essere il più grande e il più strategico programma di sviluppo economico della storia umana: l'iniziativa Belt and Road . Questo vasto programma di infrastrutture inaugurerà una nuova era di connettività in tutta l'Eurasia: dal Pacifico all'Atlantico, dall'Artico all'Oceano Indiano. Guiderà il commercio e creerà il potenziale per la prosperità come mai visto prima.


La Cina sta ricostruendo il paese attuando forti politiche anti-corruzione, instillando il nazionalismo, portando avanti un rimpasto e ristrutturando la burocrazia.


Ma l'America non riconosce l'ascesa della Cina.




Fonte: redazione
 

Torna alle news della categoria "€chos doc"
Torna alla pagina delle news

SITI SUGGERITI

 » Top News
 » Gulf Time
 » TheVergecom
 » ECO WATCH
 » FOURWINDS
 » Scubatravel
 » Newser
 » QUARTZY
 » Smithsonian magazine
 » Limes on line
 » gateway to victory...
 » Haaretz
 » Televideo RAI
 » Tecnologia e ambiente
 » Sustainable security
 » www.thenational.ae
 » Acqua
 »  Newspapers
Internet Public Library:
 » notizie dal Golfo
 » To day front page
 » Indian express
 » Nature world news
 » EBIBLE
 » ElvuxBiz
 » Global research
 » News.com.au
 » MongabayCom
 » Science world report
 » Pulse.com
 » www.greenleft
 » News10
 » Ecogeek
 » Express.co.uk
 » ifrepress
 » Reuters
 » Maktoob
 » Pravda
 » www.onlinenewspapers.com
 » www.newseum
 » Gazette Times news
 » WorldWatch
 » CIA
 » GeoHive: Global Statistics
 » Link the sunday post
 » Mappedup
 » Secret of the fed
 » Good net org
 » USA today
 » Africa journalism
 » French tribune
 » FOREST NEWS
 » Science magazine
 » jn1.tv
 » allvoices.com
 » whatsonxiamen.com
 » Greenprophet
 » Nydaily news
 » Business week
 » Tribune.com
 » Oneworld
 » pbs.org
 » Onearth.org
 » .business and leadership
 » Ashden org
 » Online.WSJ
 » News Yahoo
 » Affari italiani. libero
 » Spiegel online
 » somali peacemaker
 » Money control
 » Alaska dispatch
 » Inter Press Service
 » Dagospia
 » ABC Article direct
 » Drudge Report
 » STATISTICHE
Statistiche popolazione mondiale
 » GLOBAL GEOGRAFIA
 » Diggita.it
 » TREE HUGGER
 » news africa
 » Informador
 » GIZMONDO
 » Reuters
 » Voa news
 » BBC mundo

FOCUS

Sito Online di Euweb