29/04/2009 €chos doc  
L'ascesa del platino

Il platino è un metallo molto prezioso ed eterno come lo sono nel tempo la sua luminosità e la sua inalterabilità, e per questo molto apprezzato per la sua purezza in gioielleria, di cui ne utilizza circa un quarto dell'intera produzione.

Tuttavia, da qualche tempo, questo minerale, molto ricercato e tra i più costosi al mondo, è diventato indispensabile per altre applicazioni industriali.

Secondo la stima che ne fa la dottoressa Hazel Prichard, della School of Earth Ocean and Planetary Science di Cardiff, la quale si è messa in testa di andarne a caccia on the roads, molti chilogrammi di platino vengono spruzzati ogni anno nelle strade dal sistema di scarico di automobili, camion e autobus. E dato che le risorse di platino nel mondo scarseggiano, l'Università di Cardiff, sta cercando di realizzare una sorta di macchina spazzatrice che possa recuperare il prezioso metallo dalle strade, e riutizzarlo, visto le sue proprietà catalitiche, specie, nel settore automobilistico. Difatti, le automobili che funzionano con combustibile ad idrogeno richiedono marmitte catalitiche a base di platino, che ne contengono circa un grammo ciascuna.

Secondo le previsioni dell'istituto Frost & Sullivan, si stima che il parco auto delle nuove e importanti fonti di energia pulita, quali le celle combustibile, che produce elettricità dalla reazione tra idrogeno e ossigeno, e che ha nel catalizzatore al platino il suo cuore, debba arrivare a 120 mila veicoli entro il 2020, e fino a 25 milioni di unità entro il 2040. "La corsa del platino, che ha avuto il suo apice nel febbraio 2008, è stata trainata dalla forte richiesta e dal grande interesse degli investitori in materie prime, e nel contempo da una contrazione dell'offerta di metallo, dovuta a problemi che hanno frenato la produzione sudafricana" spiega Suki Cooper, analista di Barclays Capital. "Si è arrivati così a un eccesso di domanda, che dal momento in cui la richiesta è calata, contestualmente all'appeal degli investitori, ha trascinato verso il basso le quotazioni". A contribuire, anche il ruolo giocato dall'euro e dalla sua resistenza al dollaro, e quello degli Etf, i fondi indicizzati quotati, ancorati al platino: hanno attirato grandi masse di denaro nel momento buono, masse che poi, all'avvento della crisi, sono state smobilitate.

Ma il platino si rende necessario sempre come catalizzatore anche nelle sintesi chimiche: come ad esempio nella sintesi di coloranti per l'industria fotografica, la sintesi della vitamina K4 per mezzo di un catalizzatore a base di platino...

Secondo i dati ufficiali del 2007 la produzione mondiale di platino assomma a circa 230.000 chili, di cui tre quarti provengono dal Sud Africa, che controlla circa l'80% della produzione complessiva. Segue con 27.000 kg la Russia (12%), il Canada (8.500 kg, 4%), quarto lo Zimbabwe, cioè l'ex Rhodesia, (5.500 kg, 2%), quinto gli Stati Uniti, con 3.400 chili, pari all'uno per cento, ed infine dalla Colombia (1.100 kg, 0,5%).

Attualmente, il colosso minerario Anglo American, con sede a Londra, nonostante le pressioni esterne da parte del governo britannico, ha espresso la volontà d'investire altri 400 milioni di dollari, per continuare il suo controllo sulle miniere di platino (sta costruendo una nuova miniera, che dovrebbe essere ultimata nel 2010 ad Unki), nello Zimbabwe. Tuttavia, le circostanze di questa operazione non sono ancora chiare, visto che la società mineraria lo scorso febbraio ha sospeso i pagamenti dei dividendi per la prima volta dai tempi della Seconda Guerra Mondiale.

Leader nel mondo, con una quota di mercato del 40%, è la multinazionali dell'estrazione Anglo Platinum

Per concludere, una curiosità. Secondo l’astrofisico tedesco Gerhard Schmidt, dell’università di Mainz, i metalli rari e preziosi come platino, oro e iridio potrebbero essere stati trasportati sulla Terra da meteoriti ferrosi.
Quando il nostro pianeta prese la consistenza di un corpo sferico dotato di grande massa, spiega l'astrofisico tedesco, la sua forza gravitazionale cominciò ad attrarre gli asteroidi e gli altri corpi minori che le passavano vicini e che erano molto più abbondanti rispetto a oggi: in questo modo la Terra si è arricchita di oro e di tutti gli altri metalli preziosi, che penetrarono poi nella crosta terrestre attraverso vari processi di concentrazione. Secondo alcune stime oggi nella parte più esterna del nostro pianeta esistono ancora 50 mila tonnellate di oro.


Fonte: il professor echos
 

Torna alle news della categoria "€chos doc"
Torna alla pagina delle news

SITI SUGGERITI

 » Newser
 » QUARTZY
 » Smithsonian magazine
 » Limes on line
 » gateway to victory...
 » barnstable patriot
 » Haaretz
 » Televideo RAI
 » Tecnologia e ambiente
 » Sustainable security
 » www.thenational.ae
 » Acqua
 »  Newspapers
Internet Public Library:
 » notizie dal Golfo
 » To day front page
 » Indian express
 » Nature world news
 » EBIBLE
 » St. Augustin
 » Kqed.org
 » ElvuxBiz
 » Global research
 » News.com.au
 » MongabayCom
 » Science world report
 » Pulse.com
 » www.greenleft
 » News10
 » Ecogeek
 » Express.co.uk
 » ifrepress
 » Reuters
 » Maktoob
 » Pravda
 » www.onlinenewspapers.com
 » www.newseum
 » TOP news
 » Gazette Times news
 » WorldWatch
 » CIA
 » GeoHive: Global Statistics
 » The sunday post.blogspot
 » Link the sunday post
 » Mappedup
 » Secret of the fed
 » Good net org
 » USA today
 » Africa journalism
 » French tribune
 » Atlas obscura
 » FOREST NEWS
 » cawater-info.
 » Science magazine
 » jn1.tv
 » allvoices.com
 » whatsonxiamen.com
 » Thinkprogress.org
 » Greenprophet
 » Nydaily news
 » Business week
 » Tribune.com
 » Oneworld
 » pbs.org
 » Onearth.org
 » .business and leadership
 » Ashden org
 » bay citizen
 » Online.WSJ
 » News Yahoo
 » Affari italiani. libero
 » Spiegel online
 » somali peacemaker
 » Money control
 » Alaska dispatch
 » ABC:AZ
 » Inter Press Service
 » Dagospia
 » ABC Article direct
 » Drudge Report
 » STATISTICHE
Statistiche popolazione mondiale
 » GLOBAL GEOGRAFIA
 » Diggita.it
 » TREE HUGGER
 » news africa
 » eenews
 » Informador
 » GIZMONDO
 » IPL.org blog
 » Reuters
 » Wikipedia
 » Voa news
 » BBC mundo

FOCUS

Sito Online di Euweb