06/11/2014 Energia  
L'ascesa dell' energia idroelettrica nel mondo

I paesi in via di sviluppo hanno in programma di espandere notevolmente la produzione di energia idroelettrica nel loro disperato bisogno di energia elettrica e per l'irrigazione. E ' anche una scelta strategica di utilizzare le proprie risorse. Secondo solo al nucleare nella fornitura di basse emissioni di carbonio, sul lungo termine, l'idroelettrico è un ottimo modo per aumentare la produzione di energia senza ipotecare il futuro del paese con forniture di combustibili fossili di un altro paese.

Oltre seicento dighe idroelettriche sono attualmente in costruzione e oltre 3.000 sono in programma per il prossimo futuro. La maggior parte di questi siti si trovano in Asia e in America Latina. Ciò raddoppierà la quantità di energia idroelettrica nel mondo.

Questa quantità di idroelettrico richiederà circa 3 miliardi di dollari di investimenti e la produzione di circa 60 trilioni di kWh di energia elettrica entro la metà del secolo. Questo, porterebbe a fornire acqua per l'irrigazione e la potenza sufficiente a sollevare quasi un miliardo di persone a uscire dalla povertà più nera. Inoltre, l'idroelettrico eviterebbe 50 miliardi di tonnellate di emissioni di anidride carbonica di entrare nell'atmosfera.


Il rovescio della medaglia, però, è che una drammatica espansione di idroelettrico, soprattutto nelle regioni tropicali, dove sono ubicati molti di questi paesi in via di sviluppo, può anche modificare drasticamente gli ecosistemi fluviali. La ricerca di energia a basso costo potrebbe arginare la maggior parte dei corsi d'acqua importanti su questo pianeta.

Le dighe idroelettriche possono danneggiare specie di pesci dei fiumi, molti dei quali sono già in pericolo o a rischio. In realtà, i pesci d'acqua dolce sono uno dei gruppi più in pericolo di vertebrati sulla Terra. La perdita di questi pesci, anche a livello locale, può danneggiare le società e le economie che dipendono dal fiume. Dal momento che la maggior parte di queste società sono anche povere e stanno vivendo una rapida crescita demografica, questo diventa un serio problema.


Fonte: blog "il professor echos"
 

Torna alle news della categoria "Energia"
Torna alla pagina delle news

SITI SUGGERITI

 » Stumbleupon
 » Aljazeera.com
 » SCMP
 » BBC news
 » Top News
 » Gulf Time
 » TheVergecom
 » ECO WATCH
 » FOURWINDS
 » Scubatravel
 » Newser
 » QUARTZY
 » Smithsonian magazine
 » Limes on line
 » gateway to victory...
 » Haaretz
 » Televideo RAI
 » Tecnologia e ambiente
 » Sustainable security
 » www.thenational.ae
 » Acqua
 »  Newspapers
Internet Public Library:
 » notizie dal Golfo
 » To day front page
 » Indian express
 » Nature world news
 » EBIBLE
 » ElvuxBiz
 » Global research
 » News.com.au
 » MongabayCom
 » Science world report
 » Pulse.com
 » www.greenleft
 » News10
 » Ecogeek
 » ifrepress
 » Reuters
 » Maktoob
 » Pravda
 » www.onlinenewspapers.com
 » www.newseum
 » Gazette Times news
 » WorldWatch
 » CIA
 » GeoHive: Global Statistics
 » Link the sunday post
 » Mappedup
 » Secret of the fed
 » Good net org
 » USA today
 » Africa journalism
 » French tribune
 » FOREST NEWS
 » Science magazine
 » jn1.tv
 » allvoices.com
 » whatsonxiamen.com
 » Greenprophet
 » Nydaily news
 » Business week
 » Tribune.com
 » Oneworld
 » pbs.org
 » Onearth.org
 » .business and leadership
 » Online.WSJ
 » News Yahoo
 » Spiegel online
 » somali peacemaker
 » Inter Press Service
 » Dagospia
 » ABC Article direct
 » Drudge Report
 » GLOBAL GEOGRAFIA
 » Diggita.it
 » TREE HUGGER
 » news africa
 » Informador
 » GIZMONDO
 » Reuters
 » Voa news
 » BBC mundo

FOCUS

Sito Online di Euweb