01/09/2009 NEWS  
Ecuador, Chevron Corp.: la resa dei conti

In una piccola aula di tribunale nella regione amazzonica dell'Ecuador, Chevron Corp., la più grande azienda della California e uno dei maggiori produttori al mondo di petrolio, presto si troverà ad affrontare il giorno della resa dei conti. Dopo 16 anni di controversia, un caso che l'azienda ha ereditata da una fusione, Aguinda vs Texaco Inc., si sta avviando al termine.

La battaglia legale che ha avuto inizio negli Stati Uniti nel 1993 e ripresa in Ecuador nel 2003, ha messo la multinazionale contro un avversario difficile, composto da una coalizione di tribù indigene e delle comunità.

Il verdetto è atteso all'inizio del prossimo anno. I querelanti sono pronti al confronto e la Chevron riconosce che può rischiare di perdere. Per certi versi, il caso è da considerare storico. Mai prima d'ora, difatti, le popolazioni indigene hanno portato una multinazionale del petrolio ad un processo nel proprio paese. Inoltre, una vittoria segnerebbe un punto di svolta nelle relazioni tra le popolazioni indigene di tutto il mondo e le imprese straniere che operano nelle loro terre natie. E gli eventuali danni, secondo un esperto nominato dal tribunale, sono impressionanti: potrebbero raggiungere sino a 27 miliardi di dollari, quasi 10 volte superiori a quelli inizialmente assegnati alla parte querelante, dopo la fuoriuscita della Exxon Valdez.

Oggi, una parte del Rio delle Amazzoni ecuadoriano, grande circa 4000 chilometri quadrati, resta contaminato oltre ogni immaginazione. Nella zona vecchi oleodotti e pozzi abbandonati hanno creato una zona melmosa e maleodorante che avvelena anche le acque sottostanti, tant'è che gli avvocati dei querelanti hanno denominato la precedente zona di concessione della Texaco the " Amazon Chernobyl."

Intere comunità sono state contagiate da malattie devastanti, dovute all'incuranza delle compagnie dall'aver provveduto a mettere a norma le infiltrazioni da petrolio, giunte sin nelle abitazioni degli indios, il cui rancore è cresciuto nel tempo, alimentato da ragioni che hanno radici più profonde delle trivelle della stessa Texaco.


QUI PUOI leggere l'articolo intero (in inglese)

Sullo stesso argomento:
Ecuador, accuse alla Chevron: danni ambientali per 27 miliardi di dollari

Il film che da fastidio a Chevron

Fonte: il professor €chos
 

Torna alle news della categoria "NEWS"
Torna alla pagina delle news

SITI SUGGERITI

 » Newser
 » QUARTZY
 » Smithsonian magazine
 » Limes on line
 » gateway to victory...
 » barnstable patriot
 » Haaretz
 » Televideo RAI
 » Tecnologia e ambiente
 » Sustainable security
 » www.thenational.ae
 » Acqua
 »  Newspapers
Internet Public Library:
 » notizie dal Golfo
 » To day front page
 » Indian express
 » Nature world news
 » EBIBLE
 » St. Augustin
 » Kqed.org
 » ElvuxBiz
 » Global research
 » News.com.au
 » MongabayCom
 » Science world report
 » Pulse.com
 » www.greenleft
 » News10
 » Ecogeek
 » Express.co.uk
 » ifrepress
 » Reuters
 » Maktoob
 » Pravda
 » www.onlinenewspapers.com
 » www.newseum
 » TOP news
 » Gazette Times news
 » WorldWatch
 » CIA
 » GeoHive: Global Statistics
 » The sunday post.blogspot
 » Link the sunday post
 » Mappedup
 » Secret of the fed
 » Good net org
 » USA today
 » Africa journalism
 » French tribune
 » Atlas obscura
 » FOREST NEWS
 » cawater-info.
 » Science magazine
 » jn1.tv
 » allvoices.com
 » whatsonxiamen.com
 » Thinkprogress.org
 » Greenprophet
 » Nydaily news
 » Business week
 » Tribune.com
 » Oneworld
 » pbs.org
 » Onearth.org
 » .business and leadership
 » Ashden org
 » bay citizen
 » Online.WSJ
 » News Yahoo
 » Affari italiani. libero
 » Spiegel online
 » somali peacemaker
 » Money control
 » Alaska dispatch
 » ABC:AZ
 » Inter Press Service
 » Dagospia
 » ABC Article direct
 » Drudge Report
 » STATISTICHE
Statistiche popolazione mondiale
 » GLOBAL GEOGRAFIA
 » Diggita.it
 » TREE HUGGER
 » news africa
 » eenews
 » Informador
 » GIZMONDO
 » IPL.org blog
 » Reuters
 » Wikipedia
 » Voa news
 » BBC mundo

FOCUS

Sito Online di Euweb