26/08/2014 NEWS  
Cina: la migliore qualità della vita alimenta il danno ambientale nel mondo.
Cina: una crescente grande classe media e lo sviluppo collaterale dei ricchi alimenta il danno ambientale nel mondo.

L'espansione della Cina e di altri stati asiatici sta creando non pochi problemi al mondo. Lo sviluppo economico dell'impero del Dragone sta dando vita alla più grande classe media della storia ma anche alla più grande popolazione di classe superiore e media del pianeta. Salvo qualche evento bizzarro, che è possibile in ogni governo autoritario, si prevede di portare ancora 800 milioni di cinesi che vivono in abietta povertà fino alla classe media. Ciò avverrà prima della metà del secolo. A quel punto, il PIL della Cina supererà quello del mondo occidentale, la loro forza militare convenzionale sarà enorme e il loro predominio dell'Asia e del Pacifico sarà incontestato. Ciò sarà una grande preoccupazione di tutti.

Tuttavia c'è da considerare che la ricchezza della classe media si evolve direttamente dallo sviluppo di energia, che proviene direttamente da investimenti infrastrutturali. Ci vogliono tra i 3.000 e i 6.000 kWhrs per persona all'anno per avere ciò che consideriamo una buona vita e per entrare nella cosiddetta classe media secondo l'indice di sviluppo umano delle Nazioni Unite.

Anche i cinesi ed altri stati asiatici, come lo è stato per l'Occidente e il Giappone, hanno il desiderio di migliorare la loro qualità di vita. "L'Occidente ha avuto la sua strada in questo, quindi perché non possiamo noi?" pare dica gran parte della popolazione cinese. E come dargli torto, se si escludesse però un altro tipo di ragionamento. Seguitemi. Se, ad esempio, nell'attraversare una nuova terra, per arrivare magari sul versante opposto, dopo giorni e giorni di cammino ci s'imbatte in ostacoli insormontabili, come potrebbe essere l'attraversamento di una grande palude con sabbie mobili che inghiotte sedutastante diversi esploratori, che si fa? Si cambia strada o si continua con quella sapendo dei grossi rischi a cui si va incontro?

Se Stati Uniti, Europa, Australia, Canada e Giappone hanno incontrato le sabbie mobili (industrializzazione estrema alimentata da combustibili fossili, con conseguenze disastrose per l'ambiente e per la nostra salute) perché allora chi segue (Cina, India, Indonesia e altri stati emergenti) dovrebbe seguire lo stesso percorso? Per finire anche loro nelle sabbie mobili e rendere sempre più infernale la vita sulla Terra?


Ed ora le economie emergenti cinesi ed altre stanno producendo una popolazione ancora più grande, con redditi disponibili sufficienti per alimentare i loro gusti per le tradizioni che sono proibite o solo costose, cose come il sangue misto pipistrello e latte di scimmia, carne di gobba di un cammello, or plain old hedgehog’s genitals. E con questo stanno causando un altro tipo di disastro ambientale: la distruzione delle specie in via di estinzione attraverso il bracconaggio.

Un'epidemia di bracconaggio sta investendo il mondo, alimentato dalla crescente ricchezza della Cina e dell'Asia. Le specie in pericolo sono state uccise a un ritmo crescente per il solo crimine di essere il nucleo di culture bizzarre, usanze tradizionali vecchie di secoli. Travolti da questa frenesia di antichi rituali ci sono animali come il rinoceronte, che come specie non potrà tenerci compagnia ancora per molto su questo pianeta. Parti del corpo di animali vengono utilizzati come cure medicinali per una serie di disturbi, reali o immaginari. Tradizioni concernenti l'ingestione di cose rare come il il corno di rinoceronte in polvere o le uova di tartarughe marine in via di estinzione. Il corno di rinoceronte in polvere nella medicina tradizionale cinese è prescritto per febbri e convulsioni, febbre tifoide, reumatismi, gotta, mal di testa e allucinazioni, vomito e intossicazione alimentare.

Studi hanno dimostrato che tutte queste affermazioni mediche per tutte queste rare parti del corpo sono false e inutili.

Il problema più che della classe media, è lo sviluppo collaterale dei ricchi che alimenta il tipo di danno ambientale che distrugge intere specie. Si tratta di un circolo vizioso, perché i più ricchi sono proprio le persone che possono fermare questa distruzione e morte. Ma sono proprio quelli che stanno facendo peggio. La Cina dispone di 170 miliardari e oltre un milione di milionari, ancora inferiori rispetto Stati Uniti e in Giappone, ma che cambierà nel corso della prossima generazione (USA Today). E sono queste persone, pronte a pagare senza battere ciglio 10.000 dollari per una vescica natatoria.

Per i milioni di persone che praticano la medicina tradizionale cinese, il corno di rinoceronte è una necessità medica, credono che funziona e sono disposti a finanziare i bracconieri nel modo più efficace o qualsiasi cartello della droga. La diminuzione del numero dei rinoceronti aumenta solo se il prezzo ne garantisce la loro estinzione.

Un altro esempio ancora più tragico è la morte per associazione. L'estinzione del Vaquita marina, focena più piccola del mondo e il solo mammifero marino nativo del Messico, è imminente. Ma non per presunti o veri motivi medici. Queste creature vengono catturate nel Mexico’s northern Sea of Cortez durante la pesca a rete illegale per i Totoaba, un pesce enorme la cui vescica natatoria è molto apprezzato dai cuochi cinesi.

Sappiamo tutti che i ricchi hanno più probabilità di essere egoisti, ma questo tipo di narcisismo è distruttivo. Questo pianeta non ha bisogno di esseri umani stupidi ed egoisti per saccheggiare una Terra (e i suoi animali) già ampiamente sfruttata. Ma il bracconaggio non si limita a uccidere bellissimi animali che non potranno mai tornare a questo mondo. Il bracconaggio crea corruzione e criminalità.


Fonte: the sunday post.blogspot.com
 

Torna alle news della categoria "NEWS"
Torna alla pagina delle news

SITI SUGGERITI

 » Focus
 » Mexico news
 » Scidev.net
 » Science magazine
 » Stumbleupon
 » Aljazeera.com
 » SCMP
 » BBC news
 » Top News
 » Gulf Time
 » TheVergecom
 » ECO WATCH
 » FOURWINDS
 » Scubatravel
 » Newser
 » QUARTZY
 » Smithsonian magazine
 » Limes on line
 » gateway to victory...
 » Haaretz
 » Televideo RAI
 » Tecnologia e ambiente
 » Sustainable security
 » www.thenational.ae
 » Acqua
 »  Newspapers
Internet Public Library:
 » notizie dal Golfo
 » To day front page
 » Indian express
 » Nature world news
 » EBIBLE
 » ElvuxBiz
 » Global research
 » News.com.au
 » MongabayCom
 » Science world report
 » Pulse.com
 » www.greenleft
 » News10
 » Ecogeek
 » ifrepress
 » Reuters
 » Maktoob
 » Pravda
 » www.onlinenewspapers.com
 » www.newseum
 » Gazette Times news
 » WorldWatch
 » CIA
 » GeoHive: Global Statistics
 » Link the sunday post
 » Mappedup
 » Secret of the fed
 » Good net org
 » USA today
 » Africa journalism
 » French tribune
 » FOREST NEWS
 » Science magazine
 » jn1.tv
 » allvoices.com
 » whatsonxiamen.com
 » Greenprophet
 » Nydaily news
 » Business week
 » Tribune.com
 » Oneworld
 » pbs.org
 » Onearth.org
 » .business and leadership
 » Online.WSJ
 » News Yahoo
 » Spiegel online
 » somali peacemaker
 » Inter Press Service
 » Dagospia
 » ABC Article direct
 » Drudge Report
 » GLOBAL GEOGRAFIA
 » Diggita.it
 » TREE HUGGER
 » news africa
 » Informador
 » GIZMONDO
 » Reuters
 » Voa news
 » BBC mundo

FOCUS

Sito Online di Euweb